« Vedi il programma completo dell'edizione 2024

Filippo Ceccarelli è giornalista politico da oltre quarant’anni, prima a “Panorama”, poi alla “Stampa” e ora a
“Repubblica”. Il suo sterminato archivio sulla politica italiana è stato donato nel 2015 alla Biblioteca della Camera. Per
Feltrinelli ha pubblicato La suburra. Sesso e potere: storia breve di due anni indecenti (2010), Come un gufo tra le rovine
(2013), Invano. Il potere in Italia da De Gasperi a questi qua (2018) e Lì dentro. Gli italiani nei social (2022).

Venerdì 2 agosto

ore 19:30

Piazza dei Pini - Terrazza Capalbio Libri

Filippo Ceccarelli

B. Una vita troppo

(Feltrinelli)

dialoga con Bruno Manfellotto
letture Irene Grazioli Fabiani

“Silvio Berlusconi esagerava sempre; esagerava per natura e per calcolo, per intuito e per convinzione. Non solo ne era perfettamente consapevole, ma lo ammetteva, lo proclamava, se ne vantava, ci scherzava su e lo dava addirittura per scontato…”

Cavaliere, imprenditore, cantante, presidente (di Mediaset, del Milan e del Consiglio), politico, attore, intrattenitore, amato, odiato, idolatrato, mito, male assoluto, anticomunista viscerale, socialista craxiano, comunicatore, vecchia gloria, inventore del centro-destra, indagato, condannato, prescritto, perseguitato dalla magistratura, barzellettiere, gaffeur, uomo più ricco d’Italia, editore. Berlusconi è stato tutto. La sua vita è stata più grande di qualsiasi opera di finzione possibile. Questa è la sua storia. E Filippo Ceccarelli è l’unico che poteva raccontarla.