« Leggi tutte le news

Blog

Basilicata: storia del Maestro Antonio e della sua biblioteca mobile

Condividi su:

Da ben 15 anni, a bordo della sua Apecar, raggiunge anche i luoghi più sperduti della regione per appassionare i giovani alla lettura


di Alice IZ


Si chiama Antonio La Cava questo straordinario personaggio. Vive a Ferrandina, in provincia di Matera ed è un ex maestro in pensione. Sua è la biblioteca mobile, un’iniziativa davvero lodevole. Che andrebbe imitata, senza dubbio alcuno.

Il buon maestro ha trasformato la sua Apecar in una biblioteca mobile e da ormai 15 anni gira in lungo e largo la Basilicata per diffondere il sapere, l’amore per i libri e per la lettura.

Pensate che il maestro raggiunge persino i luoghi più piccoli e sperduti ed è accolto ovunque con grande entusiasmo e grande affetto.

Quando i bambini vedono apparire la biblioteca mobile, corrono veloci nella sua direzione e si raccolgono intorno ad Antonio curiosi e felici.


Il maestro apre le vetrine stracolme di libri, i bambini guardano e sfiorano quelle pagine piene di fiabe, di storie avventurose, di racconti di Paesi lontani.

I più grandi, quelli che sanno già leggere, possono scegliere un libro dalla biblioteca mobile e portarlo a casa propria. L’Apecar del maestro Antonio passerà a ritirarlo il mese successivo, potranno leggerlo in tutta tranquillità.

I più piccini chiedono invece informazioni, spiegazioni e il buon maestro è sempre lieto di leggere loro qualcosa, di avvicinarli all’amore per la lettura e per la conoscenza.

Ma la biblioteca mobile non è dedicata solo ai bambini. Il maestro raccoglie anche i vecchi testi delle scuole elementari per regalarli agli anziani.

Molti di loro si sono fermati alle prime classi elementari, ricordiamo che un tempo solo poche famiglie potevano permettersi di mandare i propri figli a scuola.

Grazie alla biblioteca mobile del maestro Antonio, ripercorrono non solo i ricordi della loro fanciullezza, ma imparano qualcosa di nuovo.

Perché non è mai tardi per imparare, è il parere di quest’uomo sensibile e generoso come pochi.


E a chi gli chiede se dopo tanti anni di carriera e 15 anni trascorsi a viaggiare su e giù con la sua biblioteca mobile, non si senta almeno un pochino stanco, con un sorriso risponde: “Chi è maestro, resta maestro per sempre”.

Non solo caro maestro Antonio, ci permetta di aggiungere: “Chi ha un gran cuore, lo usa tutta la vita”.


Link all’articolo originale https://www.alicanthe.net/biblioteca-mobile-per-appassionare-giovani-alla-lettura/

Leggi anche

Capalbio Libri 2024: conferenza stampa di presentazione
Diario di Capalbio Libri

Capalbio Libri 2024: conferenza stampa di presentazione

Si è tenuta questa mattina, presso la sala del Consiglio del Comune di Capalbio, la conferenza stampa di presentazione della XVIII edizione di Capalbio Libri, ...
Diario di Capalbio Libri

Paolo Di Paolo, Martedì 8 Agosto 2023, (secondo incontro)

Protagonista dell’appuntamento conclusivo della 17° edizione di Capalbio Libri è stato lo scrittore Paolo Di Paolo con il proprio libro “Trovati un lavoro e poi ...
Diario di Capalbio Libri

Carlo Cottarelli, Martedì 8 Agosto (primo incontro)

L’autore protagonista dell’incontro di Martedì 8 Agosto alle ore 20:00 è stato l’economista Carlo Cottarelli che ha presentato il suo saggio “Chimere. Sogni e fallimenti ...
Diario di Capalbio Libri

Fabio Genovesi, Lunedì 7 Agosto, (secondo incontro)

Fabio Genovesi, “Oro puro“, Mondadori, è l’autore presentato nell’incontro di Lunedì 7 Agosto alle ore 22:00. Con lui, sul palco della Terrazza Capalbio Libri di ...
Diario di Capalbio Libri

Antonella Viola, Lunedì 7 Agosto (primo incontro)

Antonella Viola, “La via dell’equilibrio. Scienza dell’invecchiamento e della longevità“, Feltrinelli, è l’autrice protagonista dell’incontro di Lunedì 7 Agosto alle ore 20:00 presso la Terrazza ...
Diario di Capalbio Libri

Antonio Monda, Domenica 6 Agosto 2023, (secondo incontro)

Domenica 6 Agosto alle ore 22:00 a presentare il proprio libro dalla Terrazza Capalbio Libri di Piazza dei Pini è stato Antonio Monda con “Il ...